Over 10 years we help companies reach their financial and branding goals. Engitech is a values-driven technology agency dedicated.

Gallery

Contacts

411 University St, Seattle, USA

engitech@oceanthemes.net

+1 -800-456-478-23

La chiesa di San Gregorio Magno deve il suo nome al patrono del paese ed è situata nel centro storico di Magliano di Tenna. Venne costruita durante il XVIII secolo sui resti di un vecchio insediamento farfense. L’edificio s’articola lungo l’ampia navata centrale decorata lateralmente da una serie di altari e di tele dei fratelli Ricci di Fermo, di Litterio Ricciardelli da Messina e di alcuni allievi del Gandolfi. La chiesa è importante per un affresco di fine quattrocento, attribuito intorno alla metà del XX secolo a Vincenzo Pagani, situato a destra dell’abside.

L’attribuzione ancora oggi lascia ampi dubbi sull’autenticità del pittore in quanto non ci sono testimonianze del Pagani a Magliano di Tenna ma l’impronta stilistica dell’affresco fa propendere verso di lui o verso un suo allievo. Al centro della composizione troviamo la Vergine Maria che sorregge Gesù bambino seduto su un cuscino mentre afferra un cardellino.

Quest’uccello infatti, così come la collana di corallo, sono simboli che rimandano alla Passione a cui il Bambino sarà chiamato. Alla destra della Vergine troviamo Santa Lucia, riconoscibile dall’attributo del piattino con gli occhi che stringe nella mano destra, mentre con la sinistra è intenta ad indicare dei membri di una confraternita in devozione ai lati di Maria. Tra i confratelli indicati dalla Santa, se ne distingue uno in particolare che sembra osservarci: l’intento è quello d’invitarci ad unirci nella preghiera in segno di devozione.

Affresco "Madonna con Bambino tra le SS. Caterina e Lucia" attribuito a Vincenzo Pagani